Select Page

La nuova Nvidia Shield TV 2017

La nuova Nvidia Shield TV 2017

I dispositivi dedicati all’intrattenimento che stanno prendendo piede nelle nostre case sono molteplici e tra questi troviamo anche le console di gioco, che riescono ad assolvere alla funzione multimediale. Nvidia ci offre, nella sua ampia gamma di articoli, un dispositivo davvero interessante: la Nvidia Shield TV 2017.
Il device si presenta in due modelli:
uno da 16 Gb di spazio di archiviazione (229,99 euro) e uno con spazio di archiviazione da 500 Gb (329,99 euro).

Shield

Ormai è da qualche anno che Nvidia ci propone streaming box in grado di funzionare anche da console di gioco. I dispositivi degli anni passati miravano a ciò ma la realizzazione dei device non era all’altezza dell’obiettivo prefissato: le app a disposizione erano poco entusiasmanti e la sezione gaming piuttosto confusa. Arrivati al 2017, Nvidia rilascia un dispositivo più piccolo, più sottile, con un hardware più potente e un’interfaccia nettamente migliorata.

Nvidia Shield TV

Nvidia Shield TV è un dispositivo basato sull’idea dell’Android box che permette, tramite connessione internet, di vedere video Youtube, film da servizi come Netflix e di giocare, in streaming e non, scegliendo tra una vasta gamma di videogiochi.

Il Device può essere collegato ad un qualsiasi televisore o schermo provvisto di porta HDMI.
Potremo navigare all’interno di Shield utilizzando il comodo telecomando o il joypad (tutti e due targati Nvidia) presenti nella confezione. Sia telecomando che joypad avranno la possibilità di ricevere comandi vocali tramite l’assistente vocale di Google integrato.

Oltre ai titoli messi a disposizione per Shield troveremo il servizio di Nvidia GeForce Now che ci permetterà di usufruire di una discreta gamma di titoli pagando un abbonamento mensile di 9,99 euro.

Inoltre potremo giocare in streaming, dal televisore a cui è collegata la Shield, ai giochi installati nel vostro PC da gaming munito di scheda grafica Nvidia con una risoluzione massima di 4K e una latenza drasticamente ridotta.

Design

Shield TvIl suo spessore risulta ridotto rispetto ai precedenti dispositivi e il design appare originale ma distintamente semplificato, paragonabile ad una scultura di arte moderna piena di triangoli asimmetrici.
Nella parte centrale del dispositivo possiamo notare un
Led che ha la funzione di segnalare lo stato del dispositivo.
Nella parte posteriore troviamo l’attacco per l’alimentazione, l’uscita HMDI, due porte USB 3.0 e una Ethernet.
Rispetto alle precedenti versioni si nota la mancanza dello slot per la
MicroSD e le porte MicroUSB. L’assenza di queste due ultime feature non è da attribuire ad un regresso poiché è possibile sfruttare le porte USB per aumentare lo spazio di archiviazione.

Insomma, avere un dispositivo Shield TV da soli 16 GB non risulta necessariamente essere un problema dato che utilizzerete in streaming i giochi dal vostro pc da gaming e guarderete film e serie TV tramite app come Netflix o Youtube. L’unica nota amara è che avrete solo 16 GB per un dispositivo pagato 229,99 euro.

GeForce Now

Il canone mensile di 9,99 euro garantisce l’accesso a tantissimi titoli, anche recenti. Partiamo da Ultra Street Fighter IV al reboot di Tomb Rider, da Batman: Arkham City fino a The Walking Dead: Season 1. GeForce Now prevede la possibilità di acquistare titoli aggiuntivi presenti nel catalogo.
Le prestazioni sono ottime a patto che la vostra connessione sia buona.

Per usufruire del servizio GeForce Now avremo bisogno di una connessione minima di 10 Mb/s ed un ping inferiore ai 60 ms. I requisiti minimi variano in base alla risoluzione con la quale si vuole giocare: per raggiungere i [email protected] serviranno 20 Mb/s mentre per raggiungere i [email protected] avremo bisogno di 50 Mb/s. Se la vostra abitazione dispone di una connessione VDSL o Fibra non avrete problemi per sfruttare al massimo Nvidia Shield TV ma per chi possiede ancora una linea adsl consigliamo di accertarsi che la connessione raggiunga almeno i 10 Mb/s.

Per chi invece possiede un PC da Gaming con una scheda Nvidia, che sia almeno una GeForce GTX 660, sarà possibile tramite l’app GeForce Experience su PC abilitare lo streaming. Nel caso dello streaming casalingo la faccenda è molto semplice e qualitativamente elevata, infatti sarà possibile giocare ad una risoluzione 4K con 30/60fps. Le vostre uniche limitazioni potrebbero essere la prestanza del vostro pc da gaming o la potenza di banda del vostro WIFI. Vi consigliamo, in ogni caso, di utilizzare una connessione via cavo per avere il massimo dall’esperienza gaming.

INTERFACCIA

Android TV, rispetto agli scorsi anni, ha fatto passi da gigante ma rimane ancora indietro rispetto agli altri dispositivi di streaming media player: non possiede un vasto numero di app e anche l’organizzazione lascia un po’ a desiderare. La ricerca di nuove app sul Play Store può rivelarsi un problema data la poca semplicità.

La funzione di ricerca universale per i media di streaming funziona bene. Effettuando una ricerca, che sia vocale o testuale, Shield troverà i risultati di diverse app. Ciò facilita la ricerca di ciò che si vuole guardare nonché la comparazione dei prezzi.

PERIFERICHE

Nvidia Shield TV ci permette di collegare qualsiasi periferica Bluetooth ma la confezione è provvista già di due periferiche apposite per Shield: un joypad e un telecomando.

Nvidia Shield TV

Parlando del telecomando possiamo subito notare la forma parallelepipeda con controllo circolare che fa sembrare il device un gadget fantascientifico e provvisto di pulsanti home, Indietro e Conferma. In più, c’è la presenza di un quarto tasto capace di attivare la ricerca vocale. Tramite lo scorrimento del dito sulla superficie libera del telecomando si avrà la possibilità di regolare anche il volume. Una pecca importante è quella dell’alimentazione, basata sull’utilizzo di due batterie a bottone (un anno circa di autonomia) invece delle normali ministilo o l’ormai diffusa unità ricaricabile.

Nvidia Shield TV

Il controller appare di poco più piccolo e squadrato rispetto al vecchio modello, inoltre risulta essere comodo ed intuitivo. Somiglia molto ad un gamepad tradizionale ed in aggiunta sono presenti un controllo slider per la regolazione del volume e i pulsanti Home, Indietro e Pausa, come per il telecomando. Con la pressione sul logo Nvidia si può effettuare una ricerca vocale.

L’autonomia dichiarata è di 60 ore ma, data l’assenza di un led che segnali la carica del joystick, non è possibile tenerlo sotto controllo mentre si sta giocando.

CONCLUSIONI

Il dispositivo Nvidia Shield TV risulta essere estremamente valido sia nell’ambito dello streaming video sia in quello del gaming. Vale la pena citare il supporto alle funzioni Google Cast: qualsiasi cosa può fare Chromecast può farla anche Shield. Ciò permette di usufruire delle app disponibili solo per Chromecast anche sui nostri dispositivi Shield TV.
Il suo costa risulta essere elevato per un Android Box ma, se cercate un dispositivo ibrido che possa intrattenervi fra videogames, film e serie tv, allora Nvidia Shield TV è ciò che fa per voi; rimarrete soddisfatti dell’acquisto.

 

 

About The Author

Foto del profilo di Crystal e Francesco

Crystal: "Il tempo per giocare non è più molto, ma la sera, quando si è stanchi, c'è un buon modo per sognare e rilassarsi: bibita e patatine davanti ai miei game preferiti!" Inguaribile sognatrice, persiste nell'inseguire gli ideali di un mondo perfetto così com'è nelle favole e nei giochi. Cantante, fotografa e cosplayer, sin da piccola appassionata di videogame e delle emozioni che riuscivano a comunicarle, ama vivere in una realtà "alternativa", che decide di avere o di non avere nel momento in cui è giusto staccare o spegnere la console. Diplomata al Liceo Scientifico, ha frequentato la "NUCT " (scuola di cinema e televisione) presso Cinecittà. Successivamente ha seguito diversi corsi di fotografia. Attualmente dà lezioni di canto, dopo aver studiato per diversi anni e aver frequentato numerosi stage. Compone i testi delle sue canzoni ed è vocalist di due band, una Rock e una Metal. Ha recentemente preso parte in qualità di cantante e cosplayer al programma televisivo "Ciao Darwin" e prodotto alcuni tutorial riguardanti il cosplay su riviste online. Crescendo ha continuato ad allargare il suo numero di interessi, cercando di ampliare le sue conoscenze artistiche. Non si sa mai abbastanza per smettere! Così continua ad indagare sul mondo e a cercare modi per stupire e che la stupiscano a loro volta. Francesco: Cresciuto guardando i suoi fratelli giocare alla playstation senza poter prendere un joypad in mano. Stufo di non poter giocare, ha fatto di tutto per vivere di quei mondi fantastici. Addestrato a resistere svariate ore davanti agli schermi non ha potuto fare a meno di appassionarsi al mondo videoludico e a ciò che ne concerne. Diplomato in grafica pubblicitaria, autodidatta della grafica 3D, della programmazione e del Game Design ha lavorato come Grafico/Programmatore presso la start-up innovativa "Oniride" che si occupa di creare esperienze in VR (Realtà Virtuale) ed AR (Realtà Aumentata), utilizzando le più avanzate tecnologie in circolazione quali Oculus Rift, Gear VR e Leap Motion, per citarne alcuni. Lavora attualmente come grafico indipendente e continua a studiare Game Design utilizzando i game engine Unity 3D e Unreal Engine 4.


Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...