Select Page

Batman v Superman: il miglior trailer di sempre

Batman v Superman: il miglior trailer di sempre

Non vorrei allinearmi con la critica sprezzante che imperversa su siti, blog e social network. Mi piacerebbe andare un po’ oltre, superando quello che per molti non è altro che lo usual fee cinematografico americano.

Reduce, a mio avviso, da una rilettura e rivisitazione dei grandi classici del fumetto DC Best e DC Comics (Potere Assoluto di Jeph Loeb e Carlos Pacheco e Il Ritorno del Cavaliere  di Frank Miller), Batman v Superman spicca per gli effetti fumettistici e la stilizzazione dei movimenti e delle inquadrature.

La fotografia è inusuale per un cinema qualunque, è come vedere i riquadri di un fumetto legati assieme da una colonna sonora a dir poco eccezionale: quando il cuore batte forte, quasi sempre c’è Hans Zimmer di mezzo. Poco ci raccontano gli attori, è tutto uno sguardo, un’attesa, un contemplarsi nella speranza di capire i movimenti dell’altro.

Ricordiamo che dietro a questo progetto c’è lo Snyder di “300”: “epicità” è la parola d’ordine, su tutta la linea.

Quando parlo di epicità non intendo solo i colori, la fotografia e le pose.

Batman contro Superman faccia a faccia

Va bene l’intensità degli sguardi, ma quando si combatte?

I combattimenti sono pochi ( sicuramente meno di quel che ci aspettavamo), un po’ troppo lenti e nel classico stile snyderiano, dove Batman, oramai avanti con l’età, non tollera troppo il suo alterego della luce e, appesantito da un’armatura che non gli appartiene si diletta con gadget kryptoniani a solleticare il dio Superman in un gioco che finisce molto in fretta. Parliamoci chiaro, Superman non si può battere. Per dirlo in stile Kill Bill: si prende beffa degli esseri umani, amandoli come cuccioli indifesi. La filosofia che c’è dietro ha un fascino da far venire i brividi.

In questo combattimento, che fa da sfondo, Metropolis e Gotham City diventano due facce della stessa medaglia così come lo sono i due protagonisti: New York di giorno e New York di notte. Limitativo? Superficiale? In realtà questo apre mille porte al pensiero comics. Dilettatevi a tirar giù ipotesi ma la chiave di lettura non esiste e Snyder non ce la vuole dare, non ha la benché minima intenzione di approfondire l’argomento perché, come già accennato, questo è un trailer.

Si, un trailer di tre ore che racconta un po’ del passato, per spiegare, per l’ennesima volta, come sono morti i genitori di Bruce Wayne, soffermandosi un po’ su un presente non del tutto definito. In questo scenario si fa strada un magistrale regista scenico Lex Luthor di Jesse Eisenberg, un villain alla Joker  che non ha il giusto tempo per dimostrare le motivazioni che lo spingono, oltre l’evidente follia, a mettere in scena Batman v Superman. Cavill e Affleck fanno a gara di inespressività, ma inutile dirlo, hanno delle facce talmente epiche da calzare a pennello per questi ruoli da fumetto cinematografico. L’effetto è quello desiderato da Snyder (non si poteva pretendere la profondità di Bale, dopotutto) e ciò che risuona più stridente e contrastante con tutto ciò che è stato visto finora è il concetto di giustizia: per salvarne uno ne muoiono mille. Non c’è accortezza, lo spessore psicologico non esiste, si prova piacere ad ammazzare i nemici. Questo per noi è nuovo, siamo abituati male. Ma se vogliamo proprio essere sinceri questo è quello che ci hanno costretto a vedere (e ci piace), tralasciando una tradizione comics che invece mostra anche il lato cattivo dei supereroi.

Si dice che dietro un grande uomo ci sia una grande donna. Dico che in questo film c’è uno speciale Jeremy Irons/Alfred che alza gli occhi al cielo e una sempre deliziosa Amy Adams/Lois che si fa rincorrere dal suo supereroe preferito per farsi ripetutamente acchiappare in volo (un giorno di questi lui sarà impegnato in altro, cara Lois). La storia d’amore tra i due, e non parlo di Alfred e Bruce, è scontata, già vista. Mi sarebbe piaciuta una Lois un po’ più indipendente, alla stregua di Wonder Woman, interpretata qui dalla bellissima Gal Gadot, a mio parere perfetta per incarnare la storica icona femminista, che quest’anno compie 75 anni.

Gal Gadot interpreta Wonder Woman

Gal Gadot è perfetta nell’interpretazione di Wonder Woman

Intrigante, autonoma, intelligente e forte, Diana Prince ha un bel po’ di anni (se li porta bene) e compie il suo exploit nel terzo ed ultimo atto, dopo averla attesa con un ansia da quindicenni. Si unisce con energia contagiosa alla Justice League avvolta da un costume dark goth spettacolare in stile Xena, di gran lunga più particolare e fumettistico dei suoi compagni maschi. Se vi sono piaciute le paillettes del costume di Superman fatevi avanti e sarete puniti.

L’eredità che Snyder deve sopportare è davvero troppo pesante per poter spiccare ed essere apprezzato dai Marvel addicted ma sicuramente avrà avuto una gran presa su un target molto giovane che è in grado di tenere gli occhi ben aperti anche durante le ripetute esplosioni accecanti del Doomsday War. Arrivati alla fine di questa maratona trailer, si rimane un po’ insoddisfatti, come se ci si fosse riempiti solo la testa di immagini e suoni ma non di fatti e storia, proprio quello che succede quando vedi un trailer. Detto questo, vorrei sottolineare che il film ha fatto record di incassi e che l’obiettivo era proprio questo: fare più soldi possibili per poter produrre tutti i miliardi di sequel di cui questo Movie/Trailer ci parla,tra cui proprio Wonder Woman in uscita nelle sale l’anno prossimo. Che c’è di male? Per noi spettatori è stato un investimento sul futuro perché, non so voi, ma io non mi stancherei mai di vedere DC e Marvel al cinema.

About The Author

Sono una ex cosplayer appassionata di cinema, comics e manga. Da sempre mi diletto a scrivere e seguire tutto ciò che questo fantastico mondo mi ha regalato in termini di emozioni. Attualmente lavoro per un'agenzia pubblicitaria nel cuore di Roma, alternandomi tra lavoro e studio alla Facoltà di Comunicazione di Roma Tre.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...