Select Page

5 consigli per chiunque voglia mettere su un gruppo cosplay

5 consigli per chiunque voglia mettere su un gruppo cosplay

Probabilmente non ce n’è alcun bisogno (è una verità sotto gli occhi di tutti), ma noi la enunciamo lo stesso: un cosplay di gruppo aumenta il suo impatto visivo e scenico esponenzialmente e in modo direttamente proporzionale al numero dei suoi membri. In parole povere: più siete nel gruppo e più farete effetto.

Il che, detta così, sembra semplice. Ma, se mettere assieme da soli un cosplay convincente è già un’operazione complessa, lunga e costosa… immaginatevi un gruppo.

Difficile, ma non impossibile: specie se seguirete i nostri 5, basilari consigli.

1) Iniziate per tempo

Partiamo dal presupposto che avete già convinto un certo numero di persone, e che semplicemente non vedete l’ora di cominciare. Ma qual è l’ora di cominciare? Risposta: ieri. La pianificazione di un cosplay di gruppo, proprio perché investe più persone, dovrà tenere conto di molti più limiti: limiti di tempo, di disponibilità, di budget dei vari membri del gruppo, più altri imprevisti che non sarete in grado di calcolare.

Il solo modo per mettersi al riparo e finire tutto per tempo (e col numero di persone che si era preventivato all’inizio) è iniziare per tempo. Cioè, prima possibile. Cioè, oggi stesso, visto che ieri è un’iperbole.

Gruppo Sailor Moon cosplay

2) Preparatevi un piano B

Anche se siete partiti con le migliori intenzioni, sono tanti gli intoppi che possono capitare. Uno o più persone possono tirarsi indietro: magari c’è da spendere più del previsto, o sorgono conflitti tra i membri del gruppo, o semplicemente si cambia idea. In questi casi, per la defezione di un membro, il gruppo non può collassare, ma dovrà poter contare su un piano alternativo: che potrà essere un membro arruolato all’ultimo momento o, in casi estremi, anche solo la possibilità che il gruppo possa funzionare anche “mutilato”.

3) Preoccupatevi dell’armonia interna

Lo sappiamo benissimo tutti. I cosplayer, spesso ma non sempre, sono delle primedonne. Posseggono un’individualità forte, amano primeggiare o comunque non amano essere messi in ombra. Il che significa che mettere nello stesso gruppo personalità esuberanti tutte assieme non è mai una buona idea.  Statisticamente, le probabilità che si creino dei conflitti aumentano a dismisura, col rischio che il più egocentrico se ne esca col fatidico “Ah sì? Allora, il gruppo fatevelo da soli”.

Accertatevi che le persone vadano d’accordo o, almeno, che si rispettino a vicenda. Di fronte un ego ferito, non c’è spirito di gruppo che tenga.

Gruppo Watchmen cosplay

4) Create un gruppo equilibrato

Per equilibrato, intendiamo che ogni membro dovrà essere di livello quanto più possibile uguale ai suoi compagni. Ricordate il vecchio principio dell’anello debole che indebolisce tutta la catena? Ecco, applicatelo al vostro magnifico gruppo, e immaginate che uno o più persone sembrino capitate assieme a voi per puro caso, tanto sono dissimili, arrangiati e sciatti. Non permettetelo. Siate chiari fin da subito sul livello che vi interessa raggiungere, e cercate di capire se dall’altra parte c’è lo stesso entusiasmo e la stessa disponibilità di conseguire un certo risultato. Se è il caso, scremate senza pietà.

Cosplay group

5) Gruppo numeroso? Serve un leader

Quando il numero dei componenti del vostro gruppo comincia a salire e supera le otto o nove unità, iniziate a considerare l’idea di un leader… o comunque, di un coordinatore che tenga le fila di ogni cosa: reperimento dei materiali, supervisione sulla preparazione dei costumi, sincronizzazione degli incontri eccetera eccetera. Non ultimo, gli servirà un minimo di doti psicologiche per fare da paciere ogni volta che sorgerà qualche conflitto interno (vedi punto 2), quindi è bene che si tratti di qualcuno che goda del rispetto di tutti i membri e con la pazienza sufficiente per mandare a sua volta tutti quanti a quel paese. Voi e quel gruppo idiota.

About The Author

Luca Morandi è un designer e ha lavorato per anni nel mondo della pubblicità e dei grandi eventi. Nel 2007 si è avvicinato al cosplay, da subito in maniera professionale, ed è intervenuto a tutte le più importanti fiere italiane ottenendo riconoscimenti di pubblico e nei contest.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...