Select Page

I Cosplay di Star Wars: l’imperial officer

I Cosplay di Star Wars: l’imperial officer

Entrare nel mondo del cosplay di Star Wars (ma sarebbe più appropriato chiamarlo “customing”, data l’accuratezza che generalmente viene richiesta rispetto altri universi cinematografici riprodotti dagli appassionati) è un’idea che, prima o poi, ha tentato tutti. Uno dei (molti) motivi per cui la saga di Lucas ha coinvolto così tante persone va ricercato anche nell’incredibile varietà di costumi comparsi nell’arco dei vari film: tra “buoni” (Jedi e ribelli) e “cattivi” (Sith e imperiali), ce n’è a dozzine, senza contare le tante razze aliene che, a dispetto del loro ridotto minutaggio, hanno saputo conquistarsi un posto nell’immaginario di tanti fans.

Di certo, ce n’è almeno uno che vi ha stuzzicato almeno una volta: indossare i panni di un nobile cavaliere Jedi e maneggiare una spada laser o quelli più lugubri ma affascinanti di un esponente del lato Oscuro?
La scelta sta solo a voi, ma in questo articolo – che sarà il primo di una serie dedicata esclusivamente al costuming di Star Wars – ci concentreremo sull’uniforme degli ufficiali imperiali, quelli, per intenderci, che prestavano servizio sulla Morte Nera, la gigantesca stazione da battaglia che fa una gran brutta fine giusto negli ultimi cinque minuti di Episodio IV.
Secondo il Databank Italiano di Star Wars, l’uniforme imperiale standard (abbreviato in ISU) era la divisa indossata dai milioni di ufficiali delle Forze Armate Imperiali all’epoca dell’Imperatore Palpatine.
Funzionale, pratica ed elegante, era identica per l’ufficiale di rango meno elevato fino ad arrivare al Gran Moff Tarkin. Il suo taglio rigoroso e privo di fronzoli rispecchiava la reazione alla corruzione e alla decadenza della Vecchia Repubblica.
Come in molti aspetti dell’immaginario di Star Wars, anche le divise degli ufficiali Imperiali non sono interamente farina del sacco dei costumisti, e seguono precisi riferimenti storici espressamente indicati da Lucas: non sfugge a nessuno, immaginiamo, la somiglianza di queste divise con quelle usate dall’esercito tedesco durante la Seconda Guerra Mondiale (in particolare gli stivali alti al ginocchio e i calzoni a sbuffo, praticamente identici a quelli delle divise naziste, anche se la giacca a doppio petto si rifà a quella indossata dagli aviatori tedeschi della Prima Guerra Mondiale – a loro volta riprese da quelli degli Ulanka bavaresi).

imperial_officers Star Wars

Se volete confezionarne una, dovrete attenervi rigorosamente agli standard che potete trovare su Internet: chi detta legge in proposito è la 501st Legion, l’organizzazione che riunisce tutti i cosplayer di Star Wars del mondo che aspirino all’“ufficializzazione”, vale a dire il riconoscimento che il vostro costume (che sia quello di Darth Vader o di un cadetto) è sufficientemente accurato e simile a quelli visti nei film.
Il che, ve lo diciamo subito, è più complicato di quanto possiate credere.

Restando sulla divisa da Ufficiale, su QUESTA pagina trovate tutti i requisiti necessari per l’ufficializzazione: troverete dettagli su giacca, pantaloni, berretto e altri accessori.
La pagina è in inglese, quindi, per i non o poco anglofoni, riassumiamo qui: avrete bisogno di una giacca, senza bottoni e con colletto circolare rigido, una camicia bianca o comunque chiara indossata sotto la giacca, un berretto, un cinturone di cuoio con fibbia, un paio di stivali lucidi al ginocchio e un paio di guanti in pelle neri.

Imperial officers Star Wars

Star Wars: le parti dell’uniforme di un Imperial Officer

Fermo restando il modello del’uniforme, potete scegliere di confezionarla in colori diversi: infatti, nella macchina da guerra immaginata da George Lucas,  a seconda dei reparti d’appartenenza, gli ufficiali indossano uniformi di colore diverso: i più comuni sono il verde oliva, riservato al personale di comando della Marina Imperiale e il nero, per il personale combattente, ma nei film sono comparsi ufficiali con uniformi grigio chiaro (personale ausiliario), grigio scuro (personale di comando dell’Esercito), rosso (personale dell’Intelligence) eccetera.
Per il taglio dell’uniforme, fate riferimento alle fotografie nel link che vi abbiamo segnalato: ricordate che cuciture, lunghezze e qualsiasi altro dettaglio vanno rispettati rigorosamente, se volete sperare di ottenere l’agognata ufficializzazione. Per la stoffa, vi suggeriamo un gabardine: non dovreste avere problemi a trovarne presso i fornitori di tessuti militari.
Il berretto ha un design particolare, e andrebbe realizzato artigianalmente: molte delle repliche che circolano su Internet o su ebay, anche se prodotte da licenziatari del marchio Star Wars, non sono accurate (e comunque la differenza si nota lontano un miglio).

star-wars-imperial-officer-uniform
Il cinturone dev’essere di cuoio nero, alto almeno tre dita, e il design della fibbia, coi caratteristici tre dischetti di metallo sovrapposti, dev’essere riprodotto fedelmente.
Se volete, potete aggiungere un fodero per una pistola blaster o una coppia di portaoggetti, normalmente realizzati in plastica metallizzata.

Attenzione particolare va posta nei gradi e nei cilindri gerarchici posti nei due taschini ai lati del petto: i primi sono delle mostrine di metallo e plastica che sono fissate generalmente con dei magneti al bavero della giacca, e gli altri sono dei props realizzati a mano (normalmente, ricavati da tubi in alluminio). Dovrete basarvi sulle nostre fotografie o comperarli già pronti, ma attenzione che riproducano il design originale.

Un’ultima nota riguarda gli stivali: i rigidi canoni della 501st Legion prevedono, ad esempio, che siano di cuoio e non di plastica, e che non presentino fibbie o chiusure lampo di alcun tipo, ma per iniziare potrete provare anche quelli di gomma più economici, purché siano alti almeno fino al ginocchio.
Per finire, se vi serve un aiuto, vi segnaliamo QUESTO libro che potete trovare su Amazon e che esplora tutti, ma proprio tutti i costumi apparsi nella Trilogia originale, e QUESTO sito, che, se proprio non avete voglia o tempo di farvela da soli, vende ottime repliche delle uniformi imperiali… ma, attenzione: è piuttosto caro e comunque prevedete qualche aggiustamento sartoriale perché vi calzi a pennello.

 amazon-book-anovos

About The Author

Luca Morandi è un designer e ha lavorato per anni nel mondo della pubblicità e dei grandi eventi. Nel 2007 si è avvicinato al cosplay, da subito in maniera professionale, ed è intervenuto a tutte le più importanti fiere italiane ottenendo riconoscimenti di pubblico e nei contest.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...