Select Page

S.O.S. Cosplay: Come evitare le molestie

S.O.S. Cosplay: Come evitare le molestie

Le molestie alle cosplayer non si limitano alle richieste più o meno assurde o volgari che vengono rivolte loro.
Anche il contatto fisico non richiesto, di qualunque tipo, rientra nella categoria.
La prossemica è lo spazio che mettiamo tra noi e gli altri e che cambia da persona a persona e in base alla confidenza con l’altro. Cosa abbastanza fastidiosa, quanto frequente in fiera, è il contatto non gradito con i visitatori della fiera durante le foto.
Può capitare che, per educazione, ci sentiamo a disagio sia in questo contatto forzato sia a rifiutarlo, per paura di essere etichettate come “frigide, bacchettone, problematiche, maleducate” e altri epiteti più volgari.

Non sempre siamo dell’umore giusto per farci toccare anche dai nostri amici. Figurarsi con emeriti sconosciuti.

Come comportarsi?

Se siamo a disagio è bene evitare un contatto sgradito, che siano mani sulle spalle o sulla vita. Possibilmente senza offendere il fan di turno.
Cosa assai complicata se non si è abituati: si rischia di subire in silenzio, rovinandosi il divertimento (e forse anche il costume), o di scadere in un atteggiamento troppo aggressivo.
Ecco quindi qualche suggerimento per svicolare con astuzia ed eleganza.
Sta poi a voi scoprire quale stratagemma si adatta meglio alle vostre esigenze e quale funziona meglio.
Se vedete che l’altro proprio non capisce il vostro disagio e i vostri continui tentativi di svicolare, con garbo, comunicate semplicemente il vostro non gradimento.
Non vi forzate in qualcosa che non sentite né sentitevi in colpa per questo.

Cosa evitare

Evitate le pose statiche, da fotomodella, che attirano il contatto fisico. Quelle pose facili, insomma, dove state in piedi, mostrate il vostro costume, il vostro fisico… e basta.
Entrate nel personaggio: anche il più neutro dei personaggi vi offre spunti per evadere dalla classica posa da manichino in vetrina. Non importa se risulterete mancine o se il costume non si vedrà bene. Quando notate la mano che parte all’attacco non rimanete ferme impalate.
Spiazzate e costringete l’altro a imitarvi, di riflesso.
Inoltre, evitate di avvolgervi nel mantello o di avvitarvi su voi stesse anche se il personaggio lo prevede: lasciate queste pose per le foto in solitaria coi fotografi o per quelle di gruppo con gli amici.

Una carrellata di pose che ben si adatta a un gruppo di amiche e che mostra la confidenza che non può esserci in una singola ragazza intrappolata tra gli ammiratori

Schiena a schiena o faccia a faccia

Giratevi con nonchalance, porgete la schiena o il volto (come andate meglio) e stendete in avanti un braccio mentre portate l’altro al volto. Che sia un microfono, un arma o che stiate evocando un potere.

Abbassate il baricentro

Che siate una studentessa che saluta, una vamp che manda un bacio o una cantante agguerrita, flettere o divaricare appena le gambe e appoggiarsi alle ginocchia prenderà di sorpresa chiunque: con un espediente innocente vi sarete sottratte alla loro presa.

Usate gli accessori

Drappi, armi, fruste e bastoni possono essere poggiati sulle spalle o essere mostrati con orgoglio a chi scatta, allontanando le braccia dal corpo.

Guadagnatevi spazio

Stendete le braccia parallelamente al terreno: evocate il vostro potere, spiegate il mantello, accogliete qualcosa che arriva dal cielo. Siete potenti e in questo momento nessuno può avvicinarvi.

Mostrate la vostra forza

Non serve necessariamente mostrare i muscoli come un culturista. Poggiate le mani sui fianchi e puntate i gomiti verso l’esterno. Questa posa di per sé non è sufficiente a scoraggiare gli audaci, che potrebbero scambiarla per una delle pose da Miss che vogliamo evitare: pancia in dentro e petto in fuori, gambe divaricate, il peso scaricato tutto su una gamba, il busto un pò in avanti in segno di sfida. E’ un chiaro segnale che, entro un certo limite, nessuno può avvicinarsi.
In questo modo, inoltre, occupate già voi il posto su cui altri vorrebbero poggiare le mani.

Buttatevi a terra

Che siate una ninja o una guerriera, che siate disperate per la perdita di qualcuno/qualcosa, che siate una ragazza sbarazzina e irriverente, che siate spaventate, che stiate meditando: se potete inginocchiarvi o sedetevi per terra e sarete al sicuro.

Questione di equilibrio

Una ballerina, una divinità hindù, come molte delle eroine dei picchiaduro, spesso poggiano tutto il peso solo su una gamba. Nessuno oserà toccarvi per paura di farvi cadere. Approfittatene.

A mali estremi…

Se il vostro personaggio è pratico di arti marziali, non esitate a mostrare tutte le vostre carte. Calci volanti, spade sguainate… qualunque cosa parli del vostro non gradire il contatto fisico.

…estremi rimedi

Potete sempre optare per una soluzione meno drastica e più accattivante.
Coinvolgete i visitatori che vi chiedono una foto e interagite con loro. Un po’ di polso e prendete il controllo della situazione, dando a ciascuno dei ruoli come se fossero altri cosplayer.

Salva

About The Author

Cresciuta con la valigia in mano, in giro per il mondo, ama tutto ciò che è diverso e colorato. Deve la sua passione per fumetti, fantascienza e cultura pop ai suoi zii paterni. Di formazione scientifica, si è laureata in Filologia Romanza ed è approdata, successivamente, ad Architettura dove, nel corso di Design di Moda, si laurea con una tesi di Costume Design, argomento che approfondirà l'anno dopo alla Central Saint Martin di Londra. Precisa e pignola, mescola istintivamente le sue conoscenze ovunque debba applicarle: come scrittrice, insegnante e fashion accessory & costume designer. Il cosplay le permette di vivere storie come in un racconto e le fornisce il pretesto per affrontare complicati costumi, ricchi di dettagli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...