Select Page

L’ABC del cosplayer: Costumi – Rogue (parte 1)

L’ABC del cosplayer: Costumi – Rogue (parte 1)

Le supereroine dei comics sono tra i cosplay più gettonati in quanto relativamente semplici e pratici.
Tra i tanti, quello dell’X-Woman Rogue, versione classica anni ’90, è uno tra i più amati, entrata nell’immaginario collettivo grazie ai cartoni di vent’anni fa.
Purtroppo in molte cascano su dettagli basilari.

x-men 92

Cosa NON fare

Dimenticarsi i pezzi.
Le ciocche bianche (in posizioni e volumi diversi a seconda della versione) non sono facoltative.
La versione anni ’90 è famosa per la fascia in fronte. Indossatela o cambiate versione: ce n’è una giallo/verde, facile, senza fascia e con accessori neri.
Rogue non può vivere senza guanti.
Il giacchino corto.
Gli stivali GIALLI.
Il cinturone multi accessoriato. Potete evitare le tasche ma la cintura ci deve essere.

rogue cosplay fail

I colori ci sono, gli accessori quasi (anche se non tutti o in proporzioni sbagliate). Si può migliorare.

Non controllare le proporzioni
I costumi di Rogue sono generalmente pieni zeppi di X: in particolare quella sul cuore (non più in alto) non deve superare i 5 cm di diametro pena far sembrare il seno deforme e cadente.
La fascia, deve essere alta circa 3 cm, nera o verde. Sottile fa Figlia dei fiori, alta sembra quella per trattenere i capelli quando si lava il viso.
Il giacchino. Chiodo o cerniera centrale, pelle o stoffa, dev’essere un bolerino e non deve superare la linea della vita. Le maniche devono essere rimboccate.
Gli stivali sono cuissard, alti oltre il ginocchio. Fate, poi, attenzione alla ginocchiera: copre tutto il ginocchio e dovrà essere alta una decina di centimetri. Le strisce nere che la delimitano hanno uno spessore proporzionato (circa 1,5/2 cm)
I colori di questo costume ingrassano chiunque. I colori chiari allargano, quelli scuri snelliscono. Tenete la parte gialla entro le linee definite dalle pince dell’abito: ciò dà un bel profilo e non evidenzia pancia e sedere.
Nelle gambe la parte gialla arriva fino al ginocchio: più corta fa effetto pannolone/culo basso.

Proporzioni Cosplay Rogue

Non controllare i colori
La Bella del Sud nasce rossa: i suoi capelli sono un rosso mogano, ben diverso dal castano scuro usato nei film.
– Ordine dei colori: giallo all’interno e verde (smeraldo, non aspargo acerbo) all’esterno.
Ricoprite TUTTO lo stivale con il tessuto della tuta ed estendete oltre il ginocchio piuttosto di fare accrocchi di colori su stivali già pronti.
Il giacchino deve essere marron testa di moro.

rogue total fail

Di queste Rogue si salva poco o niente: solo i colori e le X aiutano a identificare il personaggio

Cosa fare

Arricciate i vostri capelli o quelli della parrucca e indossate in modo credibile extention o tupè. Meglio evitare spray e rimmel sui capelli naturali che li rendono grigi e disordinati.
– Cercate, cucite, comprate, rubate… i guanti! Non ripiegate su quelli per i piatti!
– Soprattutto in questa versione, evitate la scollatura frontale (Rogue teme il contatto umano). Se volete esibire il decolté optate per la versione verde/bianca o la versione rosso/nera.

cosplay rogue quasi perfetti

A parte Lena Litvinova/Ryoko-Demon (a sinistra) anche le più brave sono perfettibili: Monika Lee avrebbe potuto fare i guanti e allungare stivali e ginocchiera con un tessuto più simile a quello dello stivale; Amaya De’Morte/Jesse Thaxton, dimentica la fascia e mettere le extention al posto del ciuffo e trascura le finiture del giacchino e la biancheria in pizzo; India/Dia tiene troppo stretta la parte gialla e tiene la cucitura nel davanti. Per tutte si deve, però, notare la qualità della parrucca: diverse tra loro ma ciascuna perfetta.

Consigli sulla realizzazione

Scegliete lycra verde lucida e gialla opaca: in questo modo, a seconda della luce, la parte verde assumerà sfumature scure mentre la gialla resterà sempre dello stesso colore, come nei fumetti.
Se possibile, evitate la cucitura sul fianco (oltre a quella frontale) e replicate il dettaglio della spalla.

rogue suit detail

Certo, andare a spulciarsi i vecchi albi in cerca dei dettagli che ci servono è un lavoraccio ma la resa finale ne risentirà positivamente. E poi, di solito i fan curano questi dettagli proprio per farsi apprezzare dagli altri fan.

About The Author

Cresciuta con la valigia in mano, in giro per il mondo, ama tutto ciò che è diverso e colorato. Deve la sua passione per fumetti, fantascienza e cultura pop ai suoi zii paterni. Di formazione scientifica, si è laureata in Filologia Romanza ed è approdata, successivamente, ad Architettura dove, nel corso di Design di Moda, si laurea con una tesi di Costume Design, argomento che approfondirà l'anno dopo alla Central Saint Martin di Londra. Precisa e pignola, mescola istintivamente le sue conoscenze ovunque debba applicarle: come scrittrice, insegnante e fashion accessory & costume designer. Il cosplay le permette di vivere storie come in un racconto e le fornisce il pretesto per affrontare complicati costumi, ricchi di dettagli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...