Select Page

Guida ai cosplay di Magneto (parte 1)

Guida ai cosplay di Magneto (parte 1)

Nel terzo capitolo cinematografico degli X-Men (X-Men – Conflitto finale, diretto da Brett Ratner nel 2006) è uno dei villans più iconici non solo dell’universo Marvel, ma dell’intero mondo dei comics.
È il mutante (termine inventato da Stan Lee quando, con Jack Kirby, creò una delle saghe più longeve della storia dei fumetti, gli X-men) che incarna più di chiunque altro la condizione di reietto della società in cui vivono: l’umanità teme i mutanti e li emargina trattandoli come dei mostri per le loro fenomenali abilità.
Tale condizione riflette l’America di quegli anni (la creazione di Magneto e degli X-Men risale al 1963) stretta in un pesante conflitto interrazziale che discriminava la popolazione di colore.
A rendere più affascinante la figura di Magneto, oltre i suoi straordinari poteri, è il suo complesso passato, segnato da una fitta serie di sfortunati eventi.

magneto-comics
Sulla sua storia personale gli autori sono sempre stati molto evasivi per creare un alone di mistero sul suo comportamento – sempre in bilico tra quello di vittima e di carnefice, di prigioniero e di dominatore. Chris Claremont in primo luogo… ma, più di recente, Greg Park e Carmine di Giandomenico hanno fatto un po’ di chiarezza raccontando avvenimenti inediti circa i suoi dolorosi trascorsi dietro le ombre del terzo Reich.
Attraverso una serie di popolari storie (prime tra tutte, l’acclamato Testamento) gli autori hanno gettato su alcuni punti essenziali della sua vita quali l’incontro con la moglie, la morte della sua famiglia, il lavoro nel campo di sterminio di Auschwitz e l’esperienza disumanizzante della guerra.

Magneto è presente in tutti i film dedicati agli X-Men, a iniziare dal capostipite X-Men (del 2000, nonché uno dei primi cinecomics in assoluto), X-Men 2 (2003) e X-Men – Conflitto finale (2006), interpretato da Ian McKellen.
L’attore inglese  interpreta il personaggio in un breve cameo anche negli ultimissimi minuti di Wolverine – L’immortale (2013) e in X-Men – Giorni di un futuro passato (2014), prima di passare definitivamente il testimone a Michael Fassbender, che aveva interpretato la sua versione giovane in X-Men – L’inizio (2011): Fassbender, oltre che in Giorni di un futuro passato appare anche nel recente X-Men – Apocalisse, e i suoi giorni come re dei villans mutanti cinematografici  non sembrano affatto finiti, a giudicare dalla popolarità riscossa.

Naturalmente, anche Magneto è stato preso in considerazione da molti cosplayer, anche se alcune sue caratteristiche peculiari – ad esempio il fatto di non essere giovanissimo – non lo rende un personaggio per tutti.
Iniziamo questa mini guida con la prima delle versioni cinematografiche.

magneto-cosplay-ianmckellen1) il Magneto di Ian McKellen

La lettura che il regista Brian Singer ha dato di Magneto ai primi anni Duemila è quella di un uomo anziano, che aveva vissuto gli orrori di Auschwitz da ragazzo e che ai giorni attuali avrebbe avuto circa settant’anni (o più). Ha quindi – saggiamente – scartato l’idea di vestirlo con un’aderente tutina rosso-viola, optando piuttosto per un elegante completo grigio scuro nobilitato da un ampio mantello. Per l’occasione, anche l’elmetto è stato completamente ridisegnato: scomponibile in due parti distinte per essere indossato più confortevolmente dall’attore, ha una forma del tutto diversa da quello reso celebre da decine di anni di fumetti, e se volete replicarlo dovrete fare riferimento alle numerose references fotografiche su Internet o osservandolo come appare nei film, o acquistarne uno già pronto da un propmaker.

magneto-mckellen-helmet

Cercate di non andare a risparmio sull’elmetto, o di assemblarne uno di fortuna (magari modificando alla meglio un casco da motociclista): è l’elemento distintivo del personaggio, e va curato nel dettaglio.
Ad esempio, notate che la cornice più interna non è della stessa tinta bronzo, ma ha una sfumatura argentea.
(continua)

About The Author

Luca Morandi è un designer e ha lavorato per anni nel mondo della pubblicità e dei grandi eventi. Nel 2007 si è avvicinato al cosplay, da subito in maniera professionale, ed è intervenuto a tutte le più importanti fiere italiane ottenendo riconoscimenti di pubblico e nei contest.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...