Select Page

L’ABC del cosplayer: Originali e Crossover/Alternativi – Mad Max

L’ABC del cosplayer: Originali e Crossover/Alternativi – Mad Max

Amate il vostro personaggio ma siete stanchi della solita versione, fedele all’originale, diventata ormai mainstream? Più semplicemente, non volete impegnarvi nel rispecchiare fedelmente un personaggio e volete la libertà di vestirvi un po’ come vi pare? Volete portare in scena una maschera completamente originale ma che occhieggi a un particolare immaginario?
In questa nuova serie di articoli, affronteremo diversi stili e forniremo dei consigli su come procedere con la preparazione del costume in modo da renderlo riconoscibile.
Nel caso di versioni alternative, suggeriamo di formare dei gruppi, in quanto solo i personaggi più noti potrebbero venire identificati nel mare degli Original. Ovviamente, questi ibridi dovranno tenere conto delle caratteristiche di entrambe le serie prese in considerazione, come in ogni buon crossover.

Mad Max cosplay

Jessica Dru e Reilena Cosplay, truccate da Tripped Wire, in uno degli scatti dei fotografi MNL Photography e Saffels Photography

Mad Max – Fury Road

La recente revisione cinematografica di Mad Max (conosciuta in Italia come Interceptor) ha riportato in auge il genere post atomico/post apocalittico che aveva caratterizzato, all’uscita del primo film della trilogia, la serie di Hokuto no Ken.

Parola d’ordine: praticità e fruibilità.
Dimenticatevi tessuti lucidi e preziosi, tagli fascianti e delicati, tacchi e gioielli, acconciature perfette.
Con lo stile Mad Max non dovete apparire belli ma sopravvissuti, veri guerrieri della strada pronti a tutto, dove scarseggia ogni tipo di risorsa.

Caratteristica di questo filone sono

  • i colori desaturati e appesantiti dalla polvere della strada riarsa,
  • i tessuti pesanti e dalla tramatura grezza, come lane e tele, o pelli resistenti,
  • i capi dai bordi sdruciti dall’usura,
  • le fogge non ben definite, create dall’adattamento di capi preesistenti, pendenti sul corpo. Gli abiti sono rimborsati se larghi, strappati e tenuti assieme da lacci e nodi se stretti. Giusto i pantaloni devono essere aderenti, per meglio entrare negli stivali e permettere una maggiore mobilità,
  • l’ibridazione uomo-macchina, con l’inserzione di dettagli metallici (preferibilmente opachi e non cromati),
super mario peach princess mad max cosplay crossover

Anche la delicata principessa Pesca di super Mario può trasformarsi in una guerriera feroce. Qui nella versione di Emily -Seelix- Finke

  • aspetto sudato, trucco sbavato e sporco,
  • capelli arruffati e selvaggi, tagli solitamente aggressivi ed esagerati ma non precisi,
  • piercing e tatuaggi, in piena evocazione punk,
  • armi, di qualunque genere, solitamente autoassemblate: l’importante è sopravvivere,
  • bende: ci si cura come si può, meglio se riuscite a simulare delle cicatrici con il trucco,
  • le pose aggressive, folli a tratti brutali e spietate, sono fondamentali.
mad max sailor

Da Adventure Time a Sailor Moon, tutti possono vivere una realtà alternativa disastrata

Salva

About The Author

Cresciuta con la valigia in mano, in giro per il mondo, ama tutto ciò che è diverso e colorato. Deve la sua passione per fumetti, fantascienza e cultura pop ai suoi zii paterni. Di formazione scientifica, si è laureata in Filologia Romanza ed è approdata, successivamente, ad Architettura dove, nel corso di Design di Moda, si laurea con una tesi di Costume Design, argomento che approfondirà l'anno dopo alla Central Saint Martin di Londra. Precisa e pignola, mescola istintivamente le sue conoscenze ovunque debba applicarle: come scrittrice, insegnante e fashion accessory & costume designer. Il cosplay le permette di vivere storie come in un racconto e le fornisce il pretesto per affrontare complicati costumi, ricchi di dettagli.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...