Select Page

Pokémon Go: linee guida e piccoli trucchi

Pokémon Go: linee guida e piccoli trucchi

Ultimamente non si sente parlare d’altro. La Niantic ha visto giusto nel puntare sul nuovo gioco che sfrutta la realtà aumentata e quei simpatici mostriciattoli di cui cantano Giorgio Vanni e Cristina D’Avena: Pokémon Go è diventato un fenomeno sociale. Ha mosso, come prevedevamo, molti ‘nerd’ sedentari dalle loro case e portato persone che difficilmente riuscivano ad avere legami ad interagire e ‘innescare’ amicizie.

Pokémon Go: primo avvio

Una volta scaricato e istallato, è possibile scegliere il vostro Pokémon di partenza tra:

  • Squirtle: Pokémon d’acqua
  • Charmander: Pokémon di fuoco
  • Bulbasaur: Pokémon d’erba

…e Pikachu?

Come iniziare con Pikachu

pokemon_realta_aumentata

Volete startare con Pikachu? C’è un modo (forse il più irritante di Pokémon Go) ed è non selezionare un Pokémon quando ci verrà chiesto. Ignorando Charmander, Squirtle e Bulbasaur quattro volte, un altro amico comparirà sullo schermo e potrà essere vostro fin dall’inizio!

Una volta scelto il vostro Pokémon (se non sarà lui a scegliere voi) inizerà la cattura e, per cominciare, potrete decidere se sfruttare la realtà aumentata attivando la fotocamera e lanciare la sfera pokè. Sarà quasi immediato da percepire il metodo di cattura dei Pokémon. Basterà lanciare la Pokéball utilizzando lo scorrimento del dito su schermo. Se non vi riusciremo al primo colpo, appariranno degli anelli colorati che ci faranno capire quanto sarà difficile il livello di cattura (verde, arancione, rosso).

Pokémon-GO-600x310

Trucchetto

Mappamappa-pokémon-382x600

La mappa che troviamo sulla schermata principale del gioco è composta da:

  1. Bussola: per orientare la direzione della mappa
  2. Palestra
  3. Pokéstop
  4. Allenatore
  5. Profilo allenatore
  6. Menù
  7. Pokémon nei dintorni

Nella schermata principale vi saranno delle icone, ovvero dei cubi di colore blu a rappresentare dei Pokèstop. Solamente cliccandoci e facendo roteare in seguito l’immagine, potrete ottenere gli oggetti che serviranno al vostro personaggio da inserire nel proprio zaino.


Pokéstop

Pokèmon-Go-5

I Pokéstop non sono altro che punti d’interesse, caratteristici per ogni città, dove sarà possibile trovare uova Pokémon, pozioni e altri oggetti. Basterà uno swipe laterale sul cerchio dove vi è l’immagine del monumento e potrete raccogliere gli oggetti tappandoli ogni volta che li vedrete comparire sullo schermo. I Pokéstop hanno un tempo di ricarica di circa 5 minuti. Se vi abitate vicini sarà come avere il supermecato sotto casa!
Proseguendo possiamo notare che in basso a sinistra troverete l’ icona del vostro personaggio che vi mostrerà il livello, diario, inizio del gioco, team e progressi raggiunti fino ad ora…


Vari tipi di Pokéball

  • Pokéball: la più elementare e anche la più facile da acquisire, tuttavia più conveniente per l’acquisto. Sono le più efficaci per la cattura dei Pokemon comuni.
  • Great Ball:leggermente più difficile da ottenere e più costosa di quella base. Tuttavia più efficace nella cattura dei Pokémon selvatici.
  • Ultra Ball:la seconda Pokéball più potente di Pokémon Go. Molto più efficace nel catturare Pokémon selvatici rispetto alle Pokéball di livelli minori.
  • MasterBall: (anche se ancora non vi sono prove certe che sia presente all’interno del gioco) è la più potente Pokéball e può essere utilizzata per catturare qualsiasi Pokémon. Da usare con Pokémon estremamente rari come ad esempio Mew e Mewtwo.

Come evolvere un Pokémon

Pokémon Go ha pensato bene di creare degli stimoli per i nostri giocatori. Infatti durante il vostro percorso acquisirete dei punti esperienza che faranno salire il vostro livello e quello dei vostri Pokémon. Sarete in grado di far pertanto evolvere i vostri animaletti non solo salendo di livello ma saranno necessarie le così dette caramelle. Potrete ottenerle catturando Pokémon dello stesso tipo per poi trasferire i doppioni, ma di più basso livello, per poter ricavare la vostra ricompensa.


Come combattere una palestra

Pokémon-GO-2-338x600

Dopo aver raggiunto il livello 5 a Pokémon Go, si è in grado di accedere alle varie palestre. Vi verrà pertanto chiesto di unirvi ad uno dei tre gruppi: blu, rosso o giallo. Le palestre si troveranno posizionate nei luoghi reali, sempre sfruttando le mappe di google, e potrete assegnare uno dei Pokémon che avete catturato ad una palestra vuota o che avete battuto soli o con il vostro team.

Come? È possibile sfidare la palestra se essa è già sotto il controllo di un team, sia il proprio che uno avversario. Nel primo caso la lotta avrà come fine di aumentare l’esperienza del proprio  Pokémon, nel secondo diminuirà il prestigio degli avversari, facendolo arrivare a zero e rendendola nuovamente conquistabile: in questo modo, potremmo depositarci un nostro Pokémon.
Per lo scontro, potete selezionare fino a sei Pokémon. Ogni Pokémon sconfitto ridurrà il prestigio della palestra. Per ciascuna di queste possono essere presenti più allenatori allo stesso tempo e per far si che si attui il combattimento dovrete:

  • Camminare fino ad una palestra di una squadra avversaria.
  • Cliccare su una palestra ed entravi.
  • Selezionare fino a sei Pokémon.

Una volta pronti potrete eseguire alcuni tipi di azioni:

  • Attacco veloce
    Toccare il vostro Pokémon eseguendo un attacco veloce, per permettere così di ricaricare la barra dell’attacco speciale.
  • Schivare gli attacchi
    Swipe sinistra o destra per schivare.
  • Attacco speciale
    Quando la barra degli attacchi speciali è carica, premete a lungo sul vostro Pokémon per eseguirne uno.

Gli attacchi speciali provocano grandi quantità di danni.
Tutti i Pokémon hanno dei punti salute che possono scendere durante il combattimento. La battaglia avrà fine quando tutti i Pokémon di una fazione avranno perso i sensi. Se il Pokémon sarà sconfitto totalmente in un lotta da una palestra avversaria, avrà zero punti salute. Niente paura! Potrete curarlo con il rivitalizzante e la pozione che avete ottenuto dai vari Pokéstop.

Un altro vantaggio di combattere nelle palestre è allenare il proprio Pokémon anche in quelle dei vostri alleati. In questo modo aumenterete il prestigio della vostra palestra e addestrerete i vostri Pokémon. Alla fine dello scontro il Pokémon non sverrà ma tornerà nella vostra collezione con 1 punto salute e servirà solamente una pozione per rimetterlo in forma.
Inoltre potrete ottenere monete. In che modo? Basterà andare in una palestra e posizionare un Pokémon. Ora andare nel negozio, cliccare lo scudo in alto a destra e ogni 21 ore potete ricevere 10 monete per Pokémon. Così non dovrete necessariamente pagare soldi veri per comprare articoli nel negozio.

Schiudere le uova

pokemon-go-uova-quali-pokemon-contengono-146852323405

Sarà possibile ottenere nuovi Pokèmon non sono catturandoli ma anche facendo schiudere le uova, posizionadole nell’incubatrice e aspettando che si aprano. Per farle schiudere il gioco ci obbliga a spostarci e a camminare, tant’è che sopra un tot numero di Km/h non verranno più calcolati gli spostamenti (questo per prevenire chi pensava di trovare una scorciatoia utilizzando un veicolo motorizzato).

Maggiore è la distanza da coprire più raro sarà il Pokémon che avremo la possibilità di ottenere. Si passa così da distanze ridotte di 2 Km a un massimo di 10. Ecco ciò che potremmo ottenere in base alle diverse distanze:

 

2 Km5 Km10 Km

Bulbasaur

Charmander

Squirtle

Pikachu

Caterpie

Weedle

Pidgey

Geodude

Rattata

Spearow

Jigglypuff

Clefairy

Zubat

Magikarp

Ekans

Sandshrew

Nidoran (femmina/maschio)

Vulpix

Oddish

Growlithe

Poliwag

Bellsprout

Tentacool

Magnemite

Farfetch’d

Grimer

Shellder

Krabby

Voltorb

Lickitung

Koffing

Kangaskhan

Horsea

Tauros

Paras

Venonat

Diglett

Meowth

Psyduck

Mankey

Abra

Machop

Ponyta

Slowpoke

Doduo

Seel

Gastly

Drowzee

Exeggcute

Cubone

Rhyhorn

Tangela

Goldeen

Staryu

Porygon

Onix

Hitmonlee

Hitmonchan

Chansey

Mime

Scyther

Omanyte

Kabuto

Dratini

Jynx

Electabuzz

Magmar

Pinsir

Lapras

Evee

Aerodactyl

Snorlax


Come trovare un Pokémon specifico

In genere troveremo Pokémon vicino al loro habitat di appartenenza. Per esempio, se si è in spiaggia o al fiume, è molto probabile trovare Pokémon di tipo Acqua mentre, se siete in un clima desertico, è molto meno probabile. Si può vedere il tipo di Pokémon in cui ci si può imbattere a seconda del clima e della conformazione zonale, utilizzando la funzionalità “nei dintorni“, in basso a destra nella schermata principale del gioco. I Pokémon che sono già nel vostro Pokédex appariranno colorati, mentre quelli non presenti saranno in grigio. Quando il pulsante “nei dintorni” lampeggia significa che state andando nella direzione giusta per catturare il Pokémon selezionato. Inoltre, ogni figura è composta da 1 a 3 impronte di zampe: una zampa significa che siete molto vicini, 3 che il Pokémon è lontano. Ogni zampa indica una distanza di circa 100 metri.

Pokèmon-Go-4 Pokémon-Go-nei-dintorni-338x600

 

Trucchetto per trovare Pokémon nei dintorni

Usare l’Aroma

Cosa c’è di peggio che organizzare una caccia ai Pokémon, partire per una bella passeggiata ma non trovare nessun Pokémon nei paraggi? In questo caso, niente è meglio dello strumento aroma: utilissimo, attirerà molti Pokémon intorno a noi. Se la connessione Gps resiste anche in un posto chiuso, significa che potremo usare l’aroma: i Pokémon compariranno per 30 minuti anche in casa nostra!


Tante novità arriveranno presto e trucchi riguardanti il gioco, questo è solo l’inizio! Un fenomeno negativo per chi lo vede dall’esterno e forse lo giudica con troppa freddezza, per molti di noi l’inizio di un nuovo futuro che comincia a portare i nostri personaggi preferiti all’interno della realtà. È un bene credere nelle innovazioni future, è un male abusarne. Il fatto che il gioco diventi movimento e non solo staticità è una svolta importante. Attenzione a non confondere le due cose e a tenere d’occhio l’ambiente che ci circonda. Proprio perché è una valvola di sfogo, esso è un modo per sognare ed estraniarsi ma sempre con coscienza, dunque è bene godere dell’uno e dell’altro ponendosi dei limiti.

About The Author

Crystal: "Il tempo per giocare non è più molto, ma la sera, quando si è stanchi, c'è un buon modo per sognare e rilassarsi: bibita e patatine davanti ai miei game preferiti!" Inguaribile sognatrice, persiste nell'inseguire gli ideali di un mondo perfetto così com'è nelle favole e nei giochi. Cantante, fotografa e cosplayer, sin da piccola appassionata di videogame e delle emozioni che riuscivano a comunicarle, ama vivere in una realtà "alternativa", che decide di avere o di non avere nel momento in cui è giusto staccare o spegnere la console. Diplomata al Liceo Scientifico, ha frequentato la "NUCT " (scuola di cinema e televisione) presso Cinecittà. Successivamente ha seguito diversi corsi di fotografia. Attualmente dà lezioni di canto, dopo aver studiato per diversi anni e aver frequentato numerosi stage. Compone i testi delle sue canzoni ed è vocalist di due band, una Rock e una Metal. Ha recentemente preso parte in qualità di cantante e cosplayer al programma televisivo "Ciao Darwin" e prodotto alcuni tutorial riguardanti il cosplay su riviste online. Crescendo ha continuato ad allargare il suo numero di interessi, cercando di ampliare le sue conoscenze artistiche. Non si sa mai abbastanza per smettere! Così continua ad indagare sul mondo e a cercare modi per stupire e che la stupiscano a loro volta. Francesco: Cresciuto guardando i suoi fratelli giocare alla playstation senza poter prendere un joypad in mano. Stufo di non poter giocare, ha fatto di tutto per vivere di quei mondi fantastici. Addestrato a resistere svariate ore davanti agli schermi non ha potuto fare a meno di appassionarsi al mondo videoludico e a ciò che ne concerne. Diplomato in grafica pubblicitaria, autodidatta della grafica 3D, della programmazione e del Game Design ha lavorato come Grafico/Programmatore presso la start-up innovativa "Oniride" che si occupa di creare esperienze in VR (Realtà Virtuale) ed AR (Realtà Aumentata), utilizzando le più avanzate tecnologie in circolazione quali Oculus Rift, Gear VR e Leap Motion, per citarne alcuni. Lavora attualmente come grafico indipendente e continua a studiare Game Design utilizzando i game engine Unity 3D e Unreal Engine 4.


Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recent Videos

Loading...